Privacy Policy
 

Anche bloccate? Ecco 5 consigli pratici per migliorarne la flessibilità.

Ormai insegno da tanti anni e ho potuto constatare che i principali problemi che caratterizzano noi esseri umani dal punto di vista fisico sono:

  • blocco all'altezza delle scapole

  • blocco delle anche

  • blocco delle caviglie.

Vuoi perché non siamo abituate a lavorare fin dall'infanzia sulla nostra scioltezza generale, vuoi perché anche se ci abbiamo lavorato in passato, poi ci siamo lasciate travolgere dalla vita adulta che ci ha letteralmente inchiodate.


L'invecchiamento del corpo sicuramente non aiuta, ma credimi nulla è perduto!


Le anche bloccate sono una di quelle caratteristiche che poi fanno abbattere maggiormente il morale nelle praticanti di Yoga e Pilates.


Hai presente quando vedi l'insegnante che esegue uno Spine Stretch piegandosi a pinza e tu ti senti un blocco di marmo a confronto?

( Ti assicuro che, nonostante abbia una buona flessibilità ora, fino a una 15ina di anni fa non toccavo nemmeno a terra con le mani, quindi so di cosa sto parlando. 😉)


Ad ogni modo...se ci sono riuscita io, armata di pazienza, determinazione e conoscenze adeguate, puoi farcela anche tu.


In questo articolo voglio fornirti 5 consigli pratici per migliorare gradualmente la flessibilità delle tue anche, in modo da piegarti " a piadina" come piace definirlo a me, con taaaanta soddisfazione.


Prima di tutto però una doverosa premessa:


Ogni corpo è a sé. Non è detto che tutti riescano a raggiungere la stessa flessibilità delle anche nello stesso lasso di tempo. Potrebbe anche essere che non tutti raggiungano lo stesso risultato. Il raggiungimento di questo obiettivo dipende da molti fattori:


  1. la tua situazione di partenza

  2. eventuali problemi fisici

  3. quanto conosci e ascolti il tuo corpo

  4. quanto riesci ad ascoltare i consigli che ti vengono dati

  5. quanto ti ci applichi.