Privacy Policy
 

Cecilia Balconi: In Pilates in salotto ho trovato un percorso strutturato.


Raccontaci un po' di te.


Ciao, mi chiamo Cecilia e ho 36 anni.

Sono milanese di nascita e bresciana di adozione. Vivo con mio marito Claudio, mia figlia Alice (3 anni) e la mia gatta Cipi. Lo scorso anno ho dato vita a "WoMam - il primo audioblog per le mamme che vogliono reinventarsi un lavoro".

(Sito: https://www.womam.it; Facebook: https://m.facebook.com/womam.reinventarsi/)


L'obiettivo del mio progetto è quello di fornire alle mamme il supporto che avrei voluto trovare io quando cercavo una soluzione per lavorare da casa in modo da conciliare il lavoro con la vita familiare. 

Come ti sei avvicinata a questo progetto?


Ho una laurea in fisica e per molti anni ho lavorato (anche 14 ore al giorno, sia in Italia che all'estero) in grandi aziende internazionali.


Con la nascita di mia figlia ho capito che questa vita da "donna in carriera" non era per me sostenibile...anche perchè mio marito è davvero molto impegnato con la sua attività e non ho nonni che mi aiutano.


Nella disperazione generale non sapevo dove sbattere la testa, ma non mi sono arresa e ho iniziato a studiare possibili alternative. Così facendo ho capito che la soluzione ideale per me era quella di cucirmi addosso un lavoro da poter svolgere a casa, in modo da avere una occupazione (e quindi anche un mio ambito di realizzazione extra familiare) e allo stesso tempo la possibilità di essere una mamma presente.


Dopo tanti progetti analizzati e altrettanti accantonati, mi sono reinventata svuotacantine e, da un paio di anni, porto avanti questo progetto con successo (per chi fosse curioso, mi può trovare su Facebook alla pagina "Sgombero Io - svuotacantine a Brescia").


Forte di questa mia esperienza e consapevole delle difficoltà delle mamme lavoratrici, ho pensato di aprire il mio audioblog per condividere tutte le informazioni pratiche che avevo raccolto sul lavorare da casa.


In pochissimo tempo mi sono trovata ad aiutare moltissime mamme e ad oggi la mia pagina Facebook conta quasi 400 followers. E' incredibile l'assenza di informazioni che c'è su questa tematica. Il lavoro da casa viene banalmente associato al network marketing ma in realtà c'è un mondo dietro! Sia legato a piattaforme internazionali per cui si può lavorare (in modo regolare, ovviamente) sia legato al concetto di "inventarsi" un lavoro sulle proprie esperienze, sulle proprie capacità, sulle proprie vocazioni.


Quale ritieni sia l'aspetto fondamentale per ottenere un buon risultato e mantenerlo?


Sicuramente pianificare e darsi degli obiettivi. Come diceva un certo Walt Disney: la differenza tra un sogno e un obiettivo è semplicemente una data. Ecco, bisogna darsi delle tabelle di marcia e rispettarle. Non ci si può permettere di navigare a vista...altrimenti non stai lavorando da casa ma stai portando avanti un tuo hobby.


Quali sono i pregiudizi più comuni in cui sei incappata?


Nella stragrande maggioranza dei casi, il lavoro da casa è visto come un "non lavoro". Quando dico che faccio la scuotacantine la gente mi chiede "e il tuo lavoro VERO?". Spesso poi si pensa che chi lavora da casa, sia sempre libero: e così tutti che ti chiamano e ti chiedono favori.


"Ma tanto se hai voglia lavori, se non hai voglia no"...eh no, non è così! Ho la flessibilità di poter stare a casa con mia figlia se è malata senza dover chiedere permessi, ma quello che non riesco a portare a termine quel giorno poi lo devo sbrigare i successivi, alzandomi prima o lavorando dopo cena. Se non si è un pochino intenzionali, non si combina niente...ma questo in pochi lo capiscono.